Oasi Cave di Gaggio Nord



L'Oasi Cave di Gaggio Nord è un'area naturalistica identificata all'interno del sito SIC ZPS IT3250016, quale riserva naturale parte della Rete Natura 2000.


STORIA
Le cave di argilla senili, nell'entroterra veneto, hanno avuto origine da escavazioni di argilla per la fabbricazione di laterizi, e con il passare del tempo queste aree sono state gradatamente colonizzate da una ricca vegetazione soprattutto di tipo palustre, con presenza di specie floristiche di particolare interesse e notevole diversità di tipi vegetazionali in spazi relativamente ristretti. In Comune di Marcon le cave di argilla senili hanno avuto origine a seguito di escavazioni nel 1905 e cessate attorno alla fine degli anni '70. Fino all'estate del 1985 tali aree occupavano una superficie complessiva di circa 120ha, successivamente ridottasi agli attuali 88ha dopo il parziale interramento del biotopo situato a nord dell'abitato di Gaggio.

I terreni su cui è sita l'Oasi sono proprietà della Terreal Italia Srl e sono stati affidati gratuitamente per venti anni (dal 29/07/2016 al 29/07/2036) al Comune di Marcon a seguito della Convenzione Rep. 37/2016, sottoscritta il 29 luglio 2016 dal Comune e Terreal Italia Srl.

Nel recente, con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 95 del 28/11/2013, è stata istituita la Riserva naturale delle Cave di Gaggio Nord su un'area protetta lungo la fascia fluviale dello Zero al fine di assolvere una serie di funzioni, quali la conservazione dell'ambiente, con miglioramento della qualità delle rive e delle acque del fiume, lo sviluppo del benessere della popolazione, la fruizione sociale, l'uso ai fini dell'educazione ambientale.

Con ulteriore atto di concessione Reg. ARD n. 2260 (Consorzio Acque Risorgive) Rep. 17/2017 tra il Comune di Marcon ed il Consorzio Acque Risorgive è stata disciplinata la concessione in uso trentennale gratuita (dal 01/06/2017 al 01/06/2047) dei terreni demaniali costituenti la riserva naturale locale Cave di Gaggio Nord.


GESTIONE
Con determinazione n.246 del 10/06/2019 è stata attivata una procedura comparativa per la gestione delle aree e dei beni dell'Oasi naturalistica per gli anni 2019-2024 conclusasi con l'affidamento alla LIPU Bird Life Italia ONLUS a seguito di determina del Resposabile di settore Sviluppo Locale n. 357 del 08/08/2019. Poiché la gestione naturalistica delle riserve naturali non è di competenza comunale bensì regionale, alla suddetta ONLUS è affidata esclusivamente la gestione delle strutture e dei beni presenti nell'area.

Con la vincita del bando, il gestore si limita quindi a svolgere le seguenti attività:
- organizzazione delle giornate di apertura al pubblico;
- presidio e sorveglianza dell'Oasi;
- diffusione e/o promozione delle iniziative;
- utilizzo di supporti didattici;
- esecuzione di campagne educative, anche di natura sociale, aventi carattere ambientale a livello regionale, nazionale o europeo;
- coinvolgimento di altre realtà;
- visite guidate con guide naturalistiche autorizzate;
- esecuzione di laboratori didattici e di educazione ambientale;
- corsi rivolti al pubblico inerenti alle tematiche dell'Oasi;
- utilizzo di prodotti e materiali ecocompatibili e basso emissivi;
- manutenzione ordinaria;
- manutenzione straordinaria;

STAZIONE APISTICA
All’interno dell’Oasi Cave di Gaggio Nord è stata riservata un’area per condurre le importanti attività per la conservazione della cultura apistica. L’area di 340mq è stata affidata a seguito di procedura di selezione all’Associazione Apicoltori in Veneto (APAT) con sede in Nervesa della Battaglia (TV) gestita localmente dal Gruppo di Marcon.
Con sottoscrizione della Convenzione Rep. 47/2019 in data 21/10/2019 l’APAT provvede ad eseguire tutte le attività apistiche e didattiche, ad eseguire la manutenzione ordinaria, alla manutenzione di mascheramenti e palificazioni e all’esecuzione di visite ed iniziative sull’argomento.

 

torna all'inizio del contenuto