Fattori inquinanti

Fattori quali le sostanze, l'energia, il rumore, le radiazioni od i rifiuti, anche quelli radioattivi, le emissioni, gli scarichi ed altri rilasci nell'ambiente, che incidono o possono incidere sugli elementi dell'ambiente.

Amianto
L'Ufficio verifica le segnalazioni ricevute e avvia la relativa istruttoria finalizzata alla bonifica ambientale nei confronti di manufatti privati. Per informazioni tecniche si rimanda a:
http://www.arpa.veneto.it/temi-ambientali/amianto

Campi elettromagnetici
Termini come "inquinamento elettromagnetico" o "elettrosmog" sono entrati ormai nell'uso comune per indicare la presenza nell'ambiente di campi elettrici, magnetici ed elettromagnetici di origine antropica.

In realtà è improprio usare il termine "inquinamento". A quest'ultimo sono infatti normalmente associati almeno tre elementi distintivi del tutto assenti nel caso dei campi elettromagnetici: la dispersione nell'ambiente di sostanze inquinanti indipendenti dalla sorgente, l'imprevedibilità delle modalità di diffusione degli inquinanti stessi, spesso condizionate persino da fattori meteorologici ed infine l'esistenza di meccanismi di accumulo degli agenti indesiderati all'interno di organismi di qualunque livello nella scala evolutiva.
 
Il campo elettromagnetico intorno ad una sorgente (un elettrodotto, un elettrodomestico, una stazione radio base, un ripetitore radio o TV) sussiste soltanto finché la sorgente stessa è accesa e scompare non appena essa viene spenta; la sua distribuzione nello spazio è prevedibile, con ragionevole accuratezza e, in ogni caso, non risente apprezzabilmente dei fenomeni meteorologici; non esiste alcun meccanismo noto di "accumulo di campi elettromagnetici" negli organismi biologici.

Per ulteriori informazioni sulle radiazioni non ionizzanti si rimanda alla pagina di ARPAV al link sottostante:
https://www.arpa.veneto.it/temi-ambientali/agenti-fisici/radiazioni-non-ionizzanti/dati

Inquinamento luminoso
Il Consiglio regionale veneto ha approvato la Legge Regionale 7 agosto 2009, n. 17, recante “Nuove norme per il contenimento dell’inquinamento luminoso, il risparmio energetico nell’illuminazione per esterni e per la tutela dell’ambiente e dell’attività svolta dagli osservatori astronomici”.
Con tale legge regionale si è inteso promuovere:
- la riduzione dell’inquinamento luminoso e ottico, nonché la riduzione dei consumi energetici da esso derivati;
- l’uniformità dei criteri di progettazione per il miglioramento della qualità luminosa degli impianti per la sicurezza della circolazione stradale;
- la protezione dall’inquinamento luminoso dell’attività di ricerca scientifica e divulgativa svolta dagli osservatori astronomici;
- la protezione dall’inquinamento luminoso dell’ambiente naturale, inteso anche come territorio, dei ritmi naturali delle specie animali e vegetali, nonché degli equilibri ecologici sia all’interno che all’esterno delle aree naturali protette;
- la protezione dall’inquinamento luminoso dei beni paesistici;
- la salvaguardia della visione del cielo stellato, nell’interesse della popolazione regionale;
- la diffusione tra il pubblico delle tematiche relative all’inquinamento luminoso e la formazione di tecnici con competenze nell’ambito dell’illuminazione.
Per ulteriori informazioni si rimanda alla pagina della Regione Veneto riguardante la materia:
http://www.regione.veneto.it/web/ambiente-e-territorio/inquinamento-luminoso

Rifiuti
La gestione dei rifiuti nel Comune di Marcon viene attuata attraverso il gruppo Veritas Spa. Per le informazioni relative ai dati sull'andamento della raccolta differenziata si rimanda al link sottostante:
https://www.gruppoveritas.it/il-gruppo-veritas/servizi/igiene-ambientale/la-raccolta-differenziata-nel-territorio


 

torna all'inizio del contenuto