Città di Marcon
C i t t à   M e t r o p o l i t a n a   d i   V e n e z i a

Seguici su

EMERGENZA CALDO

Pubblicata il 24/06/2022

Ondate di calore: piano operativo per la prevenzione degli effetti sulla salute

Che cos'è un'ondata di calore ?

Un'ondata di calore consiste nel perdurare, per almeno 3 giorni, di condizioni di elevata temperatura (intorno ai 30° C) e di elevato tasso di umidità.
Gli effetti differiscono notevolmente a seconda, non solo dei parametri di salute della persona esposta, ma anche di fattori ambientali: lo stato di inquinamento di una città, così come fattori socio-economici, sono elementi che contribuiscono a determinare l'effetto finale del calore sulla salute.
In certi casi il caldo rende manifesta una realtà di solitudine e di abbandono, non solo degli anziani, ma anche di quella parte di popolazione più fragile, che è meno in grado di esprimere i propri bisogni.
Quindi al di là delle condizioni meteorologiche, occorre anche considerare i fattori favorenti il rischio derivante dalle ondate di calore (condizioni socio-economiche, l'età avanzata e/o la presenza di alcune specifiche patologie, l'isolamento e la solitudine, ecc.)

Come difendersi dalle ondate di calore

  • bere frequentemente e in abbondanza: circa 2 litri al giorno anche in assenza di sete! Controllare quanto si beve ogni giorno. 
  • controllare le urine: se sono scure bisogna bere di più
  • chiudere le imposte qualora siano esposte al sole; 
  • tenere chiuse le finestre per tutto il tempo in cui la temperatura esterna è più alta di quella interna all’abitazione;
  • aprire le finestre al mattino presto, la sera tardi e, se possibile (occhio ai malintenzionati), durante la notte per far entrare aria fresca
  • dormire e soggiornare nelle stanze più fresche 
  • in generale preferire cibi ricchi d’acqua: frutta (angurie, meloni, ecc.) e verdure crude (insalata, cetrioli, ecc.). Chiedete al vostro medico di fiducia una dieta adatta a voi.
  • evitare di bere alcolici, bevande ad elevato contenuto di zuccheri e di caffeina 
  • nel corso della giornata fare regolarmente docce o bagni freschi senza asciugarsi e bagnare viso e braccia spesso con acqua fresca
  • cercare di uscire al mattino presto o la sera, evitando quindi le ore più calde, dalle 11 alle 18 
  • indossare vestiti leggeri e in tessuti naturali come cotone o lino, meglio se di colore chiaro e un cappello
  • evitare attività esterne faticose nelle ore più calde
 

Cosa fare in caso si sia colpiti da un "colpo di calore"

Rivolgersi immediatamente al proprio Medico di Famiglia. Questi è la prima persona da interpellare; è lui che meglio conosce la situazione fisica di ogni componente della famiglia ed è in grado di individuare la sintomatologia esposta e di conoscere in modo esatto le corrette procedure da mettere in atto.
Durante le ore notturne oppure in caso di assenza del medico di famiglia è opportuno ricorrere al Servizio di Guardia Medica esistente nel nostro territorio.
Nel caso di un malore improvviso o in presenza di condizioni tali da far temere un serio pericolo, è bene allertare immediatamente il Servizio di emergenza sanitaria, chiamando il 118.

Allegati

Nome Dimensione
Allegato locandina emergenza caldo.pdf 392.71 KB

Categorie Avvisi
torna all'inizio del contenuto